Caso Quarto: Grillo sfiducia il sindaco, ma anche Di Maio sapeva e non denunciò Procedura di espulsione avviata, Rosa Capuozzo aveva il dovere di denunciare. E gli altri? - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

12-01-2016

Caso Quarto: Grillo sfiducia il sindaco, ma anche Di Maio sapeva e non denunciò

Procedura di espulsione avviata, Rosa Capuozzo aveva il dovere di denunciare. E gli altri?


Responsive image

Da piccolo caso di provincia, la vicenda del Comune di Quarto sta assumendo dimensioni preoccupanti per il Movimento 5 stelle. Sul suo blog, Beppe Grillo ha informato elettori e simpatizzanti che il sindaco Rosa Capuozzo «è stata raggiunta da un provvedimento di espulsione per grave violazione dei principi del movimento». Secondo Grillo «è dovere di un sindaco del Movimento 5 stelle denunciare immediatamente e senza tentennamenti alle autorità ogni ricatto o minaccia che riceve». «Siamo il M5s, non un Pd qualsiasi», conclude fiero il comico genovese. Musica per le orecchie dei militanti sotto choc per le notizie provenienti dalla Campania, dove perfino la giunta grillina è rimasta invischiata nel pantano dei sistemi clientelari.

 

Un'intercettazione telefonica effettuata dai carabinieri pone però qualche dubbio non solo sulla condotta del sindaco di Quarto e dei suoi consiglieri, ma addirittura su quella dei vertici del movimento. Parlando con la consigliera Concetta Aprile, è lo stesso sindaco Rosa Capuozzo a fare il nome del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. La telefonata è del 24 novembre scorso, e le due donne parlano chiaramente delle pressioni ricevute da Giovanni De Robbio e dal capogruppo Alessandro Nicolais, definito addirittura uno «schifoso». Poi Capuozzo comunica alla collega di aver parlato con Di Maio: «No ma io ho già avvertito a Luigi Di Maio anche per l’eventuale espulsione, no ma che stiamo scherzando!». Aprile: «No, ma hai fatto benissimo Rossella, io sono d’accordo con te, non avrò pietà. Onestamente io non ho proprio pietà». Capuozzo: «E io poi gli ho detto anche a Luigi che qualche sera ci dobbiamo vedere perché qualsiasi cosa... veramente loro ci devono commissariare».

 

Il giorno dopo, il sindaco viene convocato in procura dal pm Henry John Woodcock, ma ignara dell'intercettazione minimizza le pressioni ricevute da De Robbio. Passano altre settimane, e il 17 dicembre in un'altra telefonata con la consigliera Daniela Manfrecola, il sindaco Capuozzo chiarisce la linea da tenere: «Bisogna gestire mediaticamente... più in silenzio possibile, senza mettere i manifesti». Dagli atti emerge la frenetica attività messa in atto dal clan Cesarano per assicurarsi protezione all'interno del consiglio comunale. In un primo momento, il clan aveva puntato sul Partito Democratico, e in particolare sul candidato Mario Ferro. Tuttavia, il Consiglio di Stato aveva escluso la lista del Pd per vizi procedurali nella presentazione dei candidati. Ferro rimane un riferimento del boss, anche perché ha rapporti stretti con De Robbio, che a quel punto diventa il cavallo su cui puntare. Entrambi sono indagati per voto di scambio aggravato dalla finalità mafiosa. De Robbio viene utilizzato per cercare di manovrare il sindaco Capuozzo, peraltro ricattabile per via del famoso abuso edilizio. Capuozzo però non cede, anche se quando ha la possibilità di denunciare tutto alla magistratura, decide di restare in silenzio. È il punto su cui si basa la richiesta di espulsione avanzata da Grillo. Alla luce delle intercettazioni, però, anche Di Maio sapeva ciò che stava accadendo. Ci sarà un procedimento di espulsione anche per lui?

di Andrea Piccoli
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Di Maio o Salvini? questo Premier “non s’ha da fare”
Lega e Movimento: sorgono contrasti ma ancora nessun governo

POLITICA | 29-03-2018

Responsive image

Politici e social: ecco i commenti post elezioni
Non importa che siano vincitori o vinti, che sia per ringraziare o lanciare frecciatine, nessuno rinuncia ai social per dire la sua

POLITICA | 06-03-2018

Responsive image

Di Maio 'snobba' Renzi: niente confronto tv «non è un competitor»
Renzi risponde su Twitter: «E adesso scappi? Un #leader non fugge»

POLITICA | 06-11-2017

Responsive image

Primarie a 5 stelle. Uno vale unico: a voi la scelta tra Di Maio e Di Maio
Pubblicata la lista degli 8 candidati premier sul blog del M5s

POLITICA | 19-09-2017

Responsive image

Responsive image

Luigi di Maio si difende in diretta Facebook
Contro di lui una 'campagna diffamatoria' attuata da alcuni giornali. Adesso attende le scuse

POLITICA | 14-02-2017

Responsive image

Luigi Di Maio a DiMartedì: referendum, sì o no questo è il problema
L'onorevole del M5s: 'con strategia da venditore di pentole non riuscirà a vincere il Sì'

POLITICA | 11-10-2016

Responsive image

Piangi Roma mentre la bufera si scaglia sulla sindaca
Movimento Cinque Stelle, Virginia e Di Maio tremano

POLITICA | 07-09-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia