Giacarta come Parigi: un’unica mente dietro agli attacchi Gli attentati rivendicati dall’Is giungono alla vigilia della grande manifestazione a favore del dialogo e contro le violenze perpetrate in nome della religione che si terrà nella capitale indonesiana il 17 gennaio e a cui parteciperanno tutte le comunità religiose presenti nel Paese - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

15-01-2016

Giacarta come Parigi: un’unica mente dietro agli attacchi

Gli attentati rivendicati dall’Is giungono alla vigilia della grande manifestazione a favore del dialogo e contro le violenze perpetrate in nome della religione che si terrà nella capitale indonesiana il 17 gennaio e a cui parteciperanno tutte le comunità religiose presenti nel Paese


Responsive image

Va ricomponendosi il quadro della folle giornata vissuta ieri nella capitale indonesiana. Le notizie convulse oggi lasciano spazio alle prime ricostruzioni dei fatti che da subito hanno sinistramente ricordato le stragi di Parigi. Anche stavolta, infatti, si è trattato di un attacco coordinato da un'unica mente, che ha investito più aree del cuore cittadino: quello in cui sorgono i punti del commercio, le ambasciate e gli uffici. Gli attentati sono cominciati intorno a mezzogiorno e finiti verso le 15,30 ore locali. Sette esplosioni concentrate nella zona commerciale ma in tre punti diversi, uno Starbucks, il palazzo dell’Onu e una postazione di polizia, hanno dato il via a un serrato scontro armato con le forze dell’ordine. La sparatoria è proseguita all’interno del centro commerciale Sarinah dove i terroristi si sono asserragliati fino a che non sono stati uccisi dalla polizia. Un assedio che è durato complessivamente cinque ore e che ha lasciato la città talmente tanto scossa che alcune ore dopo lo scoppio di uno pneumatico aveva fatto temere un nuovo attacco. Il bilancio delle vittime è di sette morti, cinque dei quali terroristi, e una ventina di feriti.  

 

Puntuale è arrivata la rivendicazione di un gruppo indonesiano legato all'Is che nel messaggio ha spiegato di avere avuto come obiettivi stranieri e forze dell’ordine. Da subito le autorità avevano sospettato la matrice fondamentalista dell’attentato, ipotizzando che dietro gli attacchi potesse esserci lo zampino di Bahrun Naim, un indonesiano che combatte per l'Isis in Siria. Sul Paese infatti pendeva una sinistra minaccia dell’Is, che nel mese di dicembre avvertiva che avrebbe messo l’Indonesia sotto la luce dei riflettori. Da allora le autorità avevano disposto un rafforzamento delle misure di sicurezza in tutti i luoghi ritenuti a rischio come chiese e aeroporti. L’attentato, inoltre, giunge all’indomani di un'altra minaccia di Al Qaeda che attraverso un video esortava indonesiani e musulmani del sud est a colpire gli interessi degli Usa e dei suoi alleati. Resta ancora da chiarire però se vi sia un collegamento effettivo tra la minaccia e quanto avvenuto ieri. Tuttavia il colosso americano Starbucks ha disposto la chiusura di tutti i suoi punti in Indonesia.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Starbucks arriva Italia: ecco i requisiti per essere assunti
150 posizioni aperte per la Roastery di Milano

CRONACA | 03-02-2018

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia