Libia: liberati i due ostaggi italiani In un messaggio, scrivono: ‘Stiamo discretamente ma psicologicamente devastati’ - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

04-03-2016

Libia: liberati i due ostaggi italiani

In un messaggio, scrivono: ‘Stiamo discretamente ma psicologicamente devastati’


Responsive image

Mesi di buio angosce e incertezze. E proprio quando tutto sembrava precipitare e l'epilogo più drammatico iniziava a concludere l'intera vicenda, è giunta la notizia più attesa e, al tempo stesso, inaspettata: i due ostaggi italiani in Libia, ancora nelle mani dei ribelli, sono stati liberati. Così Gino Tullicardo e Filippo Calcagno torneranno presto a casa, accolti dalla gioia dei loro amici che non li hanno mai abbandonati e che in questi lunghi mesi hanno combattuto da soli contro il silenzio che avvolgeva l'intera vicenda. Tuttavia a mitigare questa gioia, la morte di Fausto Piano e Salvatore Failla, avvenuta proprio ieri.

 

La notizia della loro liberazione si era diffusa stamattina sulla stampa online ma si attendevano le conferme di rito che sono giunte poco dopo. Insieme a quelle ufficiali della Farnesina, anche quelle dei familiari dei due connazionali che assaporano finalmente il piacere di una bella notizia. Tra le lacrime la moglie di Calcagno ha detto: "l'ho sentito al telefono", mentre il figlio, con un impeto liberatorio, annunciava: "è finita, è finita". Su tutte, il messaggio scritto a stampatello da Policardo sopra un foglietto di quaderno e pubblicato dal sito Sabratha Media Center in cui dice: “sono Gino Pollicardo e con il mio collega Filippo Calcagno oggi 5 (sic) marzo 2016 siamo liberi e stiamo discretamente fisicamente ma psicologicamente devastati. Abbiamo bisogno di tornare urgentemente in Italia". A ulteriore conferma, la foto pubblicata sempre dallo stesso sito in cui i due uomini compaiono mentre sono al telefono, con barba lunga e visi provati.

 

Pollicardo e Calcagno erano stati rapiti a luglio del 2015 nei pressi dell'impianto di gas di Mellitah, gestito dall’Eni e dalla compagnia petrolifera statale della Libia. Erano insieme a Fausto Piano e Salvatore Failla, dei quali erano colleghi nella Bonatti costruzioni, rimasti uccisi mercoledì scorso in occasione di scontri nei quali, secondo un testimone, sarebbero stati usati come scudi umani. Quando si era diffusa la notizia dell’uccisione dei due ostaggi erano giunte rassicurazioni da parte del sottosegretario con delega all'Intelligence, Marco Minniti, circa la sorte dei due sopravvissuti che, secondo informazioni ricevute dagli 007 italiani, erano vivi.

 

Intanto sulle modalità che hanno portato alla morte di Piano e Failla giungono nuovi particolari. I due tecnici sarebbero stati uccisi in occasione di un blitz delle truppe libiche contro il covo dei jihadisti a Surnam, 15 km a sud di Sabrata. La scorsa settimana Sabrata era stata oggetto di un attacco da parte delle milizie dell'Isis che si erano appropriate di diversi quartieri decapitando una decina di agenti della polizia locale. Non manca però una versione diversa dei fatti, secondo la quale i due ostaggi sarebbero morti durante scontri accaduti in occasione di un passaggio di consegne dei prigionieri fra bande rivali.

 

Al momento i due connazionali liberati sono nelle mani della polizia locale che li trasferirà in un luogo sicuro. Non ci sono comunicati dal quartier generale della Bonatti a Parma, in attesa di conferme ufficiali della notizia.

 

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Missili e fucili, coniugi napoletani in manette per traffico di armi verso Libia e Iran
I due avevano rapporti con i sequestratori dei quattro italiani rapiti in Libia

CRONACA | 01-02-2017

Responsive image

Libia, liberati i due tecnici italiani: rapiti ma da chi?
I due tecnici della società Conicos erano stati rapiti lo scorso 19 settembre

ESTERI | 05-11-2016

Responsive image

Italiani uccisi in Libia: manager della Bonatti indagato per omicidio colposo
Dennis Morson è sotto inchiesta per omicidio colposo e violazione dell’articolo 2087 del codice civile che tutela le condizioni dei lavoratori

CRONACA | 19-10-2016

Responsive image

Libia, italiani rapiti: gruppo legato ad al Qaeda chiede 4 milioni per liberarli
Se la richiesta non venisse accolta verrebbero consegnati all’Isis

ESTERI | 12-10-2016

Responsive image

Responsive image

Italiani rapiti in Libia: i sequestratori non sarebbero terroristi ma criminali
Da qualche giorno era stata tolta loro la scorta

ESTERI | 20-09-2016

Responsive image

Libia, due tecnici italiani rapiti nel sud del paese
Farnesina e ministero degli Esteri libico confermano. Con loro sequestrato anche un canadese

ESTERI | 19-09-2016

Responsive image

Sirte, preso il quartier generale dell'Isis: città liberata per il 70%
Incrementati i raid aerei delle forze statunitensi, più di 20 nelle ultime ore

ESTERI | 11-08-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia