Infarto: il cerotto bionico che rigenera il cuore L’unione di elettronica e tessuto vivente dà vita a un cerotto in grado di curare il cuore infartuato - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SALUTE

 

17-03-2016

Infarto: il cerotto bionico che rigenera il cuore

L’unione di elettronica e tessuto vivente dà vita a un cerotto in grado di curare il cuore infartuato


Responsive image

Un cuore colpito da infarto può essere curato da un cerotto. Certo, non si parla di un comune dispositivo medico ma di un vero e proprio cerotto bionico che sarebbe in grado di riparare i danni causati ai tessuti cardiaci dall’infarto. Una tecnica straordinaria se si pensa che in futuro potrebbe risparmiare il trapianto dell’organo usurato e quindi salvare molte più vite. L’idea arriva da Tal Dvir dell’Università di Tel Aviv e Ron Feiner che hanno condotto uno studio in merito pubblicato sulla rivista Nature Materials.

 

Il cosiddetto cerotto bionico è composto da materiale biocompatibile e da cellule cardiache che si integrano al tessuto cardiaco sul quale viene posto, rimarginando l’organo colpito infarto. Inoltre, attraverso sensori ed elettrostimolatori, sarà più facile captare anomalie cardiache o aritmie e rilasciare i farmaci a comando, grazie ai sensori inseriti che permettono al medico curante di avere sempre la situazione sotto controllo e di rilasciare prontamente i farmaci direttamente all’organo malato. Un’idea, quella del cerotto bionico, che unisce tecnologia e medicina come mai prima. “Con questo cerotto cardiaco abbiamo integrato elettronica e tessuto vivente” afferma il leader del team che ha condotto la ricerca Tal Dvir, e prosegue: “Sembra fantascienza ma è già realtà e ci aspettiamo che questa invenzione consenta un enorme avanzamento della ricerca in campo cardiologico”. Il prossimo passo del progetto sarà quello di dare completa autonomia al cerotto. Infatti si ipotizza che un giorno questo sistema di rigenerazione cardiaca possa avvenire in modo indipendente, soltanto con l’aiuto del cerotto bionico in grado di stabilire, senza l’aiuto del medico, le condizioni e le necessità del paziente in cura.

 

Uno studio americano dello scorso settembre, aveva già aperto la strada all’autorigenerazione dei tessuti cardiaci dopo un infarto, sempre attraverso un cerotto bio ingegnerizzato, in grado di sostituire la proteina che compone l’epicardio - la membrana che ricopre il cuore – che si perde completamente in seguito ad un infarto. Dopo degli studi condotti su topi e maiali, i ricercatori dell’Università di Stanford hanno constatato lo sviluppo delle cellule del tessuto cardiaco.    

di Clara Pellegrino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Sport per sbollire la rabbia? Attenzione, l'infarto è dietro l'angolo
A lanciare l'allarme l'istituto di ricerca della McMaster University di Hamilton

SALUTE | 12-10-2016

Responsive image

Infarto silenzioso: le donne in menopausa sono più a rischio
Le donne in menopausa non producono più estrogeni che nell’età fertile contribuiscono a proteggere il cuore dall’infarto

SALUTE | 18-05-2016

Responsive image

Malattie vascolari ko con la capsula che naviga nel sangue
MicroVast è la nuova piattaforma tecnologica che si serve di ultrasuoni e funzioni magnetiche

SALUTE | 05-04-2016

Responsive image

Prima colazione: se abbondante, aiuta il cuore
Fare un'abbondante colazione regolarmente aiuta il cuore a conservare a lungo la salute

SALUTE | 16-04-2015

Responsive image

Responsive image

Pino Daniele: la sua morte si sarebbe potuta evitare?
Gli errori da evitare quando arriva un infarto, cosa fare e la prevenzione attraverso uno stile di vita corretto e sano

SALUTE | 26-01-2015



POLITICA

Responsive image

Governo o non Governo, questo è il problema: secondo tentativo per la Casellati

Proseguono le consultazioni. Entro venerdì la Presidente del Senato dovrà...

ESTERI

Responsive image

Cosa succede in Medio Oriente? Caos e guerre: il mondo resta a guardare.

Ci siamo chiesti a cosa è dovuto questo silenzio.

CRONACA

Responsive image

Questione Siria, la posizione dell'Italia: 'a fianco degli alleati, ma non coinvolta direttamente'

Anche il nostro paese si schiera contro l’attacco chimico in Siria

CULTURA

Responsive image

Quei prepotenti del Mep che tappezzano i muri di poesie

A noi è capitato di trovarli a Siena, ma i poeti urbani sono dappertutto



SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale

I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a...

MUNICIPIO DEL MARE

Fuori dal Tribunale associazioni e sindacati fanno sentire la loro vicinanza alla giornalista di Repubblica


Responsive image