Attentati di Parigi: dopo Salah, identificato un complice. È caccia al terrorista Tracce del suo dna anche sul materiale esplosivo utilizzato per gli attacchi del 13 novembre - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

22-03-2016

Attentati di Parigi: dopo Salah, identificato un complice. È caccia al terrorista

Tracce del suo dna anche sul materiale esplosivo utilizzato per gli attacchi del 13 novembre


Responsive image
La polizia belga ha identificato il secondo terrorista in fuga. Si tratta del 24enne Najim Laachraoui, nei confronti del quale è stato spiccato un mandato d'arresto. Gli inquirenti sono risaliti a lui grazie alle tracce di dna rinvenute in alcuni appartamenti utilizzati dai jihadisti a Auvelais e nel distretto di Schaerbeek a Bruxelles, che corrispondono a quelle rinvenute su materiale esplosivo utilizzato per gli attacchi di Parigi. L'uomo era partito per la Siria nel febbraio 2013. Nel settembre 2015, di rientro in Europa, era stato fermato alla frontiera tra Austria e Ungheria per alcuni controlli di routine insieme a Abdeslam e aveva fornito l'identità falsa di Soufiane Kayal. Insieme a loro c'era anche Samir Bouzid, altra identità falsa che con grande probabilità cela quella di Mohamed Belkaid, l'altro terrorista morto a Bruxelles nello scontro a fuoco con le forze dell'ordine il 15 marzo.
 
Nel frattempo Salah continua a collaborare con gli inquirenti belgi. Il suo legale, Sven Mery, ha svelato che il suo cliente si è detto molto sollevato che la latitanza sia finita e che pur non avendo alcuna intenzione di diventare un "informatore" ha notizie di grande importanza da fornire agli inquirenti. "Direi che vale oro, collabora, parla, non usa il diritto a restare in silenzio" ha detto ai media. Per quanto riguarda l'estradizione in Francia, invece, l'avvocato ha precisato: "Non c'è una sola ragione per la quale non dovrebbe essere trasferito in Francia, tutto quello che voglio é controllare la legittimità dell'ordine di arresto europeo". 
 
 
Intanto, il procuratore di Parigi, Francois Molins, è giunto a Bruxelles per partecipare con i colleghi della procura federale belga alle indagini. Nonostante il successo messo a segno dal Belgio con l'arresto di Abdeslam, tra i due Paesi negli ultimi giorni non sono mancate le tensioni. La polizia belga ha accusato i media francesi della fuga di notizie relative al ritrovamento delle impronte di Salah nel covo di Forest che ha portato ad anticipare di un giorno il blitz all'appartamento di Molenbeek dove è stato poi arrestato il terrorista. L'altra polemica riguarda invece le dichiarazioni dello stesso procuratore francese, Francois Molins, che ha rivelato in conferenza stampa che Salah ha ammesso che avrebbe dovuto farsi esplodere allo Stade de France prima di cambiare idea. Informazione coperta da segreto istruttorio, la sua rivelazione ai media ha scatenato la furia del legale di Abdeslam che ha denunciato il magistrato francese.
 
 
di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017

Responsive image

Comincia il Ramadan, ma l’Isis non ci lascia a digiuno dal terrore
E dall'America un giornalista musulmano insegna il galateo del Ramadan

CULTURA | 27-05-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia