Caso Mps. La procura dispone la riesumazione della salma di Rossi Il manager di Mps è deceduto precipitando dalla finestra del suo ufficio, la morte era stata archiviata come suicidio - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

23-03-2016

Caso Mps. La procura dispone la riesumazione della salma di Rossi

Il manager di Mps è deceduto precipitando dalla finestra del suo ufficio, la morte era stata archiviata come suicidio


Responsive image

Si riapre così, l'inchiesta sulla morte di David Rossi, l'ex responsabile dell'area comunicazione di banca Mps, con la disposizione della riesumazione della salma da parte della procura di Siena, al fine di completare gli accertamenti sulla sua morte. Il 6 marzo del 2013, Rossi precipitò dalla finestra del suo ufficio, al terzo piano di Rocca Salimbeni, durante i giorni in cui la banca senese era al centro dell'inchiesta Antonveneta. Per Antonella, la vedova de Rossi, si tratta di un segnale importante da parte della magistratura, la riapertura tanto attesa di un capitolo che si era chiuso con l'archiviazione della prima inchiesta, in cui si accreditava l'ipotesi che il giovane manager avesse tentato il suicidio.

 

 Una tesi che la moglie, sostenuta dall'avvocato Luca Goracci, ha sempre respinto, così come l'idea che il marito possa aver tentato il suicidio anche nei giorni immediatamente precedenti al decesso. Nonostante i giorni di tensione al lavoro, con l'intero vecchio gruppo dirigente della banca sotto accusa per il caso Mps e nonostante Rossi avesse subito anche una perquisizione a casa e in ufficio, le incongruenze degli investigatori sul presunto suicidio del marito, hanno spinto la vedova a presentare un'istanza presso il procuratore Salvatore Vitello, che sulla base delle tre perizie tecniche presentate: una grafologica, una medico legale e una dinamica fisica sulla caduta, ha riaperto il fascicolo.

 

 A detta di Antonella, le ferite ritrovate sul corpo del marito, sarebbero semplicemente dei graffi che il manager di Mps si era procurato con un coltellino. Dall'esame autoptico effettuato sulla salma di Rossi sarebbero inoltre emerse delle ecchimosi sulle braccia, che potrebbero essere il chiaro segnale di un afferramento. In base alle nuove disposizioni della procura, saranno effettuate anche simulazioni della caduta dalla finestra dell'ufficio e nuovi sopralluoghi sul posto. Gli incarichi per la riesumazione e per il sopralluogo saranno affidati ai primi di Aprile.

di Simona Russo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Nessun giallo sul video di David Rossi: le due persone erano state già identificate
Il capo area comunicazione di Mps è morto, precipitando dalla finestra, nel 2013

CRONACA | 17-06-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia