Omofobia, il principe William presta il volto a una rivista gay. E i royals? Pochi giorni dopo la strage di Orlando, viene resa nota l'iniziativa del duca di Cambridge - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

15-06-2016

Omofobia, il principe William presta il volto a una rivista gay. E i royals?

Pochi giorni dopo la strage di Orlando, viene resa nota l'iniziativa del duca di Cambridge


Responsive image

Mentre la strage di Orlando occupa le prime pagine di tutti i quotidiani, da Londra giunge una notizia che potrebbe far storcere il naso a qualche fan “tradizionalista” della famiglia reale più amata del mondo, i Windsor: il principe William sarà il primo membro della Royal Family ad apparire sulla copertina di una rivista gay, la britannica 'Attitude'. Una scelta importante per diffondere un messaggio contro l’omofobia.

 

Trentatré anni e terzo in linea di successione al trono, William nell’intervista concessa alla rivista gay, condanna il bullismo omofobo. C’è qualcosa che ricorda molto Lady Diana che nel 1997 apparì nella copertina del Gay Times dopo la sua morte; una battaglia sicuramente cara alla famiglia reale che non ha nulla a che fare con le futili notizie riguardanti i look di Kate Middleton, la gravidanza, passando per le ragazzate del Principe Harry, fino allo stock di cappelli colorati della Regina Elisabetta.

 

Il numero sarà disponibile a partire dal 22 giugno, anche se sul sito attitude.co.uk la notizia campeggia sulla home page. Sul sito appare la copertina del numero, che oltretutto è già scaricabile, ritraente un William sorridente, in camicia bianca con le manche arrotolate, con titolazione: "Il principe William incontra Attitude e fa la storia", e ancora, "Nessuno deve essere maltrattato per la sua sessualità o per qualsiasi altra ragione, né deve sopportare l'odio che questi giovani hanno dovuto subire nel corso della sua vita", ha dichiarato il duca di Cambridge. Nel frattempo ‘Attitude’ rivela come sia stato lo stesso William ad aver invitato la rivista a Kensington Palace, sua residenza ufficiale, insieme a 9 esponenti della comunità Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) per sentire le loro esperienze con il bullismo omofobico.

 

Una scelta casuale o forse del tutto mirata, quella del principe Williams, lasciata trapelare pochi giorni dopo la strage di Orlando. Ricordiamo infatti che nella notte tra sabato 11 e domenica 12 giugno, Omar Mateen, 29enne, americano di origini afgane, è entrato nel Pulse, un locale gay di Orlando, in Florida, e ha iniziato a sparare sulla folla uccidendo 49 persone e ferendone altre 53.

 

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Giornata mondiale contro l’omofobia, ma quanto si è liberi in Italia?
La data storica. Il 17 maggio 1990 l’omosessualità è stata eliminata dalla lista delle malattie mentali

CRONACA | 17-05-2017

Responsive image

Roma, 'GayStreet': padre, madre e zia in missione punitiva contro la figlia lesbica
I genitori avrebbero preso a pugni la fidanzata della figlia 21enne e seminato il panico tra i locali

CRONACA | 25-09-2016

Responsive image

Sparatoria a Roma: colpi esplosi davanti al Gay Village
Esclusa la pista omofoba: ora si cerca il sicario

CRONACA | 08-08-2016

Responsive image

Strage di Orlando; il giorno dopo tra dolore, rabbia e polemiche
Omar Mateen era stato per ben due volte indagato dall’Fbi e in entrambi i casi lasciato andare

ESTERI | 13-06-2016

Responsive image

Responsive image

Roma. Gay Pride 2016: 'chi non si accontenta lotta'
La manifestazione, a cavallo delle elezioni, punta sulle unioni civili e la lotta all'omofobia

CRONACA | 11-06-2016

Responsive image

Ostia vs l'omofobia: la manifestazione dopo l'oltraggio al monumento di Pasolini
L'appuntamento è per sabato 9 aprile in piazza Anco Marzio

MUNICIPIO EVENTI | 06-04-2016

Responsive image

GAY AL ROGO: questa la scritta omofoba sul muro della scuola Mozart all’Infernetto, immediatamente cancellata
Genitori indignati e politici esterrefatti: il via alla ricerca di chi ha commesso questo gesto incivile

MUNICIPIO CRONACA | 23-01-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia