Scandalo doping: atleti russi fuori dalle Olimpiadi di Rio Si prospetta un’olimpiade senza russi, cosa che non succedeva dal 1984 - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

17-06-2016

Scandalo doping: atleti russi fuori dalle Olimpiadi di Rio

Si prospetta un’olimpiade senza russi, cosa che non succedeva dal 1984


Responsive image

Non c’è pace per lo sport. Mentre gli hooligans infestano gli europei di calcio, il doping rischia di svuotare di significato le prossime Olimpiadi che si terranno a Rio de Janeiro. Dal segretario generale della Federazione russa di atletica leggera, Mikhail Butov arrivano conferme dell’esclusione degli atleti russi dai prossimi giochi olimpici. Lo ha deciso la Iaaf che non ha voluto revocare la sospensione adottata il 13 novembre nei confronti della Rusaf, la federazione atletica russa. La causa del grave provvedimento fu allora lo scandalo sulla corruzione e i tentativi di manipolazione in occasione del processo antidoping.

 

La decisione, presa all’unanimità dai 24 componenti, è stata resa pubblica nel corso della conferenza stampa tenutasi al Grand Hotel Wien, di Vienna, al termine della riunione del Consiglio della IAAF, svoltasi in un clima drammatico e zeppo di ambiguità. Il presidente della Iaaf, Sebastian Coe, l’ha motivato con l’impossibilità di reintegrare la federazione dell’atletica leggera russa non essendosi verificate le condizioni per farlo. Infatti l'investigatore norvegese Rune Andersen, a capo della task force incaricata di seguire il percorso di “redenzione” dei russi non ha avuto modo di rilevare apprezzabili sforzi per giungere ad un cambiamento nel "corrotto" sistema anti-doping nazionale: "Solo piccoli ma insufficienti progressi".

 

Agli atleti russi, solo sul piano individuale, non resta che la possibilità di ricorrere al Tas di Losanna. La questione, infatti, esula dalla competenza del Cio essendo esclusiva della Iaaf. Il Tas potrà decidere caso per caso, per cui si prospetta per la prima volta dal 1984, quando l'Unione Sovietica boicottò i Giochi di Los Angeles, l’assenza di atleti russi dalle gare di atletica. Intanto, su Sebastian Coe si abbattono gli strali dei giudici inglesi ai quali deve rispondere di aver dato copertura di doping agli stessi russi in occasione dei Mondiali di Mosca del 2013. Sulla questione è intervenuto il ministro dello Sport russo, Vitali Mutkoha: “La squalifica della federazione russa di atletica leggera era aspettata, lo si poteva prevedere”. Ha dichiarato, esprimendo al contempo la ferma intenzione del governo russo: “Una decisione ingiusta. Reagiremo”.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L'ombra del doping: Pantani fuori dal Giro, Schwazer fuori da Rio
Il marciatore italiano, con sentenza del Tas, viene squalificato per altri 8 anni

SPORT | 11-08-2016

Responsive image

Caso Pantani: chiusa l'inchiesta bis sulla morte del 'Pirata'
Il decesso avvenne per overdose. Il legale e la famiglia Pantani verso la Cassazione

CRONACA | 29-06-2016

Responsive image

Choc nel mondo dello sport: Schwazer (ri)cade nella trappola del doping
Il marciatore sarebbe risultato positivo a un controllo, ma i legali parlano di 'accuse false'

SPORT | 22-06-2016

Responsive image

Scandalo Doping. Positivi 31 atleti delle Olimpiadi di Pechino 2008
Campioni di sei discipline diverse, appartenenti a dodici Paesi sono i protagonisti dell’ultimo capitolo del caos doping che rischiano il posto nei Giochi di Rio 2016

SPORT | 17-05-2016

Responsive image

Responsive image

Svolta sul culturista morto a Foggia: arrestato ex campione mondiale di body building
Scovato commercio illegale di sostanze dopanti

CRONACA | 06-05-2016

Responsive image

Doping. La Wada rettifica: tollerata la presenza di meno di un microgrammo di meldonium nei test antidoping
'La situazione della Sharapova potrebbe essere risolta dopo il 21 aprile' ha detto il presidente della federazione russa di tennis, Shamil Tarpishchev

SPORT | 14-04-2016

Responsive image

Scandalo Doping. Il Sunday Times smaschera la Gran Bretagna, probabilmente coinvolta anche la Premier
'Ho somministrato agli atleti sono sostanze non proibite e per asseriti problemi di salute', si giustifica il medico Mark Bonar

SPORT | 03-04-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia