Roma, mercato complicato Ancora nessun colpo in entrata, mente il City frena su Zabaleta e Ljajic prende tempo con il Torino - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

04-07-2016

Roma, mercato complicato

Ancora nessun colpo in entrata, mente il City frena su Zabaleta e Ljajic prende tempo con il Torino


Responsive image

Complicazioni: sembra essere questo il leit-motiv di questa fase iniziale di calciomercato, in casa Roma. Ad oggi, infatti, i colpi in entrata (se così si possono definire, considerato il fatto che fossero affari chiusi già nel corso della scorsa stagione) sono soltanto il portiere Alisson e il giovane talento Gerson, i due brasiliani che hanno già occupato le altrettante caselle che le squadre di Serie A hanno a disposizione ogni anno per tesserare calciatori extra-comunitari. Una mossa, quella del doppio acquisto dal Brasile, che ha messo la Roma nella difficile condizione di non poter più acquistare dall'estero giocatori con passaporto non comunitario, dovendosi dunque orientare solo e soltanto su acquisti “made in Eu”.

 

In tal senso sono praticamente in dirittura d'arrivo le trattative che dovrebbero portare in giallorosso Mario Rui (per cui da tempo si attende soltanto l'ufficialità), dall'Empoli, e Martin Caceres, a parametro zero. Due pedine importanti per sistemare la difesa, con il portoghese destinato a sostituire Digne (o a fare da secondo se proprio il francese dovesse tornare nella Capitale) e l'uruguaiano, al momento ancora fermo per l'infortunio al tendine d'Achille patito a febbraio, chiamato a sdoppiarsi, giocando sia da centrale che da terzino, a seconda delle necessità. Buone notizie anche per quanto riguarda Szczesny: il polacco di proprietà dell'Arsenal resterà infatti nella Capitale almeno per un altro anno, in prestito con diritto di riscatto fissato a 18 milioni. La permanenza dell'estremo difensore classe '90 che piace a Spalletti apre però dei dubbi proprio sul nuovo acquisto, Alisson, che non sarebbe disposto a fare da secondo a Szczesny. Tutt'altro che remota, ma anche piuttosto complicata, l'ipotesi di un prestito.

 

Sul fronte delle entrate, a questo punto, il nodo principale da sciogliere è quello legato all'arrivo di Pablo Zabaleta. Una trattativa che procede a fasi alterne, quella con l'esterno argentino in forza al Manchester City: stando alle ultime notizie, il club inglese non sarebbe convinto dell'offerta di 4 milioni messa sul piatto da Sabatini per il calciatore, che da parte sua sarebbe invece disposto al trasferimento nella Capitale. Una frenata improvvisa, quella del City, che rischia di far saltare un affare che appena qualche ora fa sembrava praticamente fatto. Ora, invece, la Roma dovrà guardarsi anche dall'Inter, con Mancini in pressing sul terzino già allenato nel corso delle stagioni passate sulla panchina dei Citizens.

 

Capitolo centrale: ormai sfumata la pista Benatia (comunque complicata per ragioni economiche), Sabatini punta deciso sul centrale belga del Barcellona Thomas Vermaelen. Il mancino classe '85 sarebbe la figura perfetta da affiancare a Manolas, in attesa del rientro di Rudiger (che proverà a bruciare le tappe per rientrare prima dei sei mesi previsti per il recupero) e data per scontata la partenza di Leandro Castan, che potrebbe passare in prestito alla Sampdoria, dove potrebbe tornare a giocare con più continuità dopo due stagioni travagliate. Lo scoglio da superare per arrivare al centrale ex-Arsenal è di tipo economico: il Barcellona chiede infatti circa 10 milioni, mentre al calciatore andrebbe garantito un ingaggio di almeno 4. Cifre che la Roma, al momento, non vuole sborsare.

 

Le complicazioni riguardano però anche le trattative in uscita, soprattutto quella che dovrebbe portare al Torino Adem Ljajic e Iago Falque. I problemi riguardano in particolare il serbo: Ljajic, infatti, non sarebbe convinto della destinazione piemontese, e avrebbe chiesto tempo fino a mercoledi per accettare quadriennale a 1,5 milioni all'anno che Cairo gli ha offerto. Nel frattempo, per l'esterno ex-Fiorentina si è inserito anche il Celta Vigo, che avrebbe offerto circa 10 milioni, superando i 7 messi invece sul piatto dal club granata. La volontà del giocatore sarebbe però quella di restare in Italia, magari al Milan, dove ritroverebbe Montella, che lo ha già allenato ai tempi della Viola. L'ultimatum, in ogni caso, resta: o Ljajic prende una decisione o rischia di rimanere escluso anche dal ritiro di Pinzolo, che partirà sabato, prima tappa della lunga estate romanista, che culminerà con il turno preliminare di Champions League, impegno chiave dell'intera stagione.

di Flavio Del Fante
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

A Roma la Caritas lancia l'allarme povertà
L'aumento della disoccupazione e l'emergenza abitativa contribuiscono al malumore in continua crescita degli abitanti romani

CRONACA | 11-11-2017

Responsive image

Karsdorp sbarca alla Roma: i giallorossi continuano a fare spese in Olanda
In arrivo dal Feyenoord, l’olandese classe ‘95 si trasferisce a Trigoria per 16 milioni

SPORT | 27-06-2017

Responsive image

4 dicembre altro che referendum: a Roma c'è il derby
Il countdown è iniziato e le premesse per assistere a un derby spettacolare ci sono tutte

SPORT | 29-11-2016

Responsive image

Responsive image

Eur, inaugurata la 'Nuvola' d'acciaio tra Roma e il cielo
L'evento è stato trasmesso in diretta televisiva, fischi e urla dalla platea per Virginia Raggi

CULTURA | 29-10-2016


Responsive image

Terremoto Centro Italia: anche il mondo del calcio nella grande catena solidale
Raccolte fondi e incassi devoluti sono le iniziative di alcuni club di Serie A

SPORT | 25-08-2016





SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia