La mattanza di Dacca, l'autopsia sui nove italiani conferma torture e mutilazioni Una morte lenta per le vittime del Bangladesh: nessun colpo di grazia - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

07-07-2016

La mattanza di Dacca, l'autopsia sui nove italiani conferma torture e mutilazioni

Una morte lenta per le vittime del Bangladesh: nessun colpo di grazia


Responsive image

Il racconto della loro morte non poteva essere più crudo. Adele Puglisi, Marco Tondat, Claudia Maria D'Antona, Nadia Benedetti, Vincenzo D'Allestro, Maria Rivoli, Cristian Rossi, Claudio Cappelli e Simona Monti sono stati brutalmente torturati: a parlare sono i segni indelebili lasciati sui loro corpi, ormai privi di vita, che illustrano i motivi e la storia della loro esecuzione. Le immagini non potrebbero essere più esplicite, più brutali. Il linguaggio usato dall’Isis, al contrario, è subdolamente elaborato; è la narrazione del castigo, la versione contemporanea del nuovo Medioevo, che racconta il martirio dei nove italiani uccisi in Bangladesh: tagli provocati da armi affilate, forse machete, mutilazioni, tracce di proiettili e di esplosivo. Nessun colpo di grazia. Lo hanno stabilito gli accertamenti autoptici eseguiti nel policlinico Gemelli di Roma. 

 

Non basta denunciare l’orrore senza fine, che segue una sceneggiatura horror, in cui la vittima è preda del sadismo dei suoi carnefici. Qui c’è l’umiliazione del prigioniero, da vivo e da morto. Da quanto si apprende, i terroristi hanno infierito sulle loro vittime in modo tale da non farle morire subito: una morte lenta e atroce quella dei nove italiani che non sono stati raggiunti dal colpo di grazia. Nei corpi di alcune salme sono stati trovati dei proiettili, che ora saranno esaminati per risalire al tipo di arma usata.

 

Soltanto un sopravvissuto, scampato alla morte grazie a una telefonata che lo aveva fatto allontanare nel giardino: è Gian Galeazzo Boschetti, l’uomo che davanti ai carabinieri del Ros, nell'ambito dell'inchiesta del pm Francesco Scavo, ha ricostruito la dinamica del tragico attacco nel ristorante di Dacca. Boschetti, da 22 anni in Bangladesh, al momento dell’arrivo degli uomini dell’Isis ha raccontato di essersi nascosto dietro una siepe, dove è rimasto per ore prima di scappare. La moglie Claudia D'Antona, rimasta al tavolo del ristorante, ha perso la vita nell’attentato: "Ho visto là dei cadaveri ridotti in condizioni pietose per i colpi ricevuti anche con armi da taglio. Ma quello di mia moglie no. È morta colpita da un unico proiettile"

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Cellula terroristica a Olbia. Dall'Italia finanziamenti al gruppo al Nursa
Flussi di denaro verso la Siria: scoperta rete di transizioni illegali da milioni di euro

CRONACA | 11-05-2018

Responsive image

Dal Bataclan a Sanremo: la risposta al terrorismo di 'Non mi avete fatto niente'
L'inedito di Moro e Meta vince il Festival della musica italiana

CULTURA | 12-02-2018

Responsive image

Londra, attentato a Theresa May. Trovati con bombe, coltelli e spray al peperoncino
I due terroristi sono stati fermati mentre trasportavano due esplosivi artigianali

ESTERI | 06-12-2017

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Responsive image

Bomba nella metro di Londra: arrestato un 18enne a Dover
Per l’attentato a Parsons Green fermato un sospettato: innalzata l'allerta terrorismo

ESTERI | 16-09-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia