Sirte, preso il quartier generale dell'Isis: città liberata per il 70% Incrementati i raid aerei delle forze statunitensi, più di 20 nelle ultime ore - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

11-08-2016

Sirte, preso il quartier generale dell'Isis: città liberata per il 70%

Incrementati i raid aerei delle forze statunitensi, più di 20 nelle ultime ore


Responsive image

Lo Stato Islamico indietreggia, giorno dopo giorno, nella città libica di Sirte, considerata la roccaforte dell'Isis in Nord Africa. Con la presa del quartier generale Quagadougou, il centro congressi occupato dalle bandiere nere da circa un anno, le forze speciali anti-Isis compiono un importante passo in avanti verso la liberazione totale della città. Come annunciato dal sindaco Mokthtar Khalifa, Sirte è una città libera al 70%: le milizie libiche, sostenute da forze occidentali, avrebbero, infatti, riconquistato i quartieri meridionali e occidentali dell'importante centro marittimo.

 

Dal primo agosto, le forze statunitensi hanno condotto una serie di attacchi aerei sugli obiettivi sensibili dell'Isis, ma la liberazione completa, secondo il generale Mohamed Al Ghasri, potrebbe avvenire nel giro di 48 ore, una volta ripulita la città dalla bombe, dagli ordigni e dalle mine lasciati dai jihaidisti. A difesa degli ultimi combattenti dello Stato Islamico, potrebbe esserci infatti una lunga distesa di ordigni rudimentali e cecchini, collocati in punti strategici: mentre i libici avanzano sul campo, migliaia di jihadisti si ritirano, facendo terra bruciata.

 

La presa di Quagadougou, avvenuta a opera delle milizie di Misurata in seguito a quella dell' “Ibn Hospital” a nord, e del campus dell'Università a sud, è stata possibile anche grazie alla copertura aerea delle forze Usa, intervenuta su richiesta del capo del governo con più di venti raid solo nelle ultime ore. La fortezza, composta da enormi edifici posti nella parte meridionale della città di Sirte, era stata utilizzata come base dalle squadre militari di Gheddafi durante le battaglie dell'ottobre 2011. Nei suoi sotterranei, l'Isis ha resistito per un anno, creando depositi di munizioni e minando tutto intorno.

 

Una quindicina di italiani, invece, sarebbero presenti in Libia a supporto dei servizi di intelligence, anche se il numero sarebbe marginalmente cresciuto, aggiungendo anche il supporto alle attività di bonifica e contro-cecchinaggio. Due aspetti cui si aggiunge l'attività di evacuazione dei feriti, con la messa in sicurezza e il trasporto in strutture ospedaliere e la fornitura di attrezzature di sicurezza. Forze speciali, attivate senza passaggio parlamentare, grazie a un provvedimento varato a inizio 2016.

di Simona Russo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017

Responsive image

Comincia il Ramadan, ma l’Isis non ci lascia a digiuno dal terrore
E dall'America un giornalista musulmano insegna il galateo del Ramadan

CULTURA | 27-05-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia