Il mare di Roma chiede aiuto: quali sono i suoi peggiori nemici? Sono stati pubblicati i dati raccolti da Goletta Verde di Legambiente - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

13-08-2016

Il mare di Roma chiede aiuto: quali sono i suoi peggiori nemici?

Sono stati pubblicati i dati raccolti da Goletta Verde di Legambiente


Responsive image

Qualora potesse parlare non esiterebbe a lanciare la sua richiesta d’aiuto. Così, in assenza della parola, c’è chi per “lui” raccoglie dati, numeri e campioni, giungendo a risultati non di certo confortanti. A dirci che il mare è inquinato, pronunciando una sorta di «J’accuse» al suo posto, è l’imbarcazione di Legambiente, Goletta Verde, la quale, navigando lungo le coste italiane, ed esaminando 265 campioni di acqua prelevati ogni 28 chilometri di costa, ci rivela una triste realtà per il 2016: ogni 54 chilometri c’è dell’acqua inquinata. Oltre la metà dei campioni posti sotto esame (52%) racconta una triste storia di inquinamento, nella quale a essere presi in considerazione sono due parametri microbiologici: enterococchi intestinali ed escherichia coli. Calabria, Marche e Abruzzo: sono queste le zone maggiormente interessate da situazioni di criticità.

 

Sorpresi? Verrebbe da rispondere di «no», vista la posizione di ritardo nella quale risiede, o meglio dorme, l’Italia, rispetto alla direttiva europea sulla depurazione: poiché è proprio quest’ultimo termine a finire nel mirino dell’indagine sull’inquinamento, in quanto l’88% delle zone incriminate risiede «in corrispondenza di foci di fiumi, fossi, canali o scarichi presenti lungo la costa», afferma il rapporto di Goletta Verde di Legambiente. Nel Lazio sono 23 i punti monitorati su una costa lunga 361,5 chilometri, e 16 risultano oltre i limiti: 3 si aggiudicano l’etichetta di «inquinati», mentre i restanti 13 quella di «fortemente inquinati».

 

Il Lazio – insieme a Calabria, Campania, Liguria e Marche – rientra nella lista delle regioni nelle quali vi sono almeno 5 punti afflitti da anni da situazioni critiche, che prendono il nome di «inquinamento cronico». Il peggior nemico del mare sembrerebbe essere proprio la mancanza di depurazione degli scarichi, anche se, come denunciato da Giorgio Zampetti, responsabile scientifico di Legambiente, «dalle scadenze previste dalla direttiva europea sulla depurazione» sono passati ben 11 anni. Il problema dell’inquinamento non è circoscritto esclusivamente al mare, afferma Zampetti, bensì si estende anche a una buona parte del territorio nazionale.

 

La depurazione, però, non è l’unico grande nemico del mare: a comparire nella black list, infatti, vi sono anche i rifiuti, di cui è stata rinvenuta la presenza nella maggior parte dei 265 siti esaminati (a esclusione di un 14%), i quali formano delle discariche tra la sabbia. Non vi è solo la plastica a inquinare il mare – altri tipi di rifiuti sono cotton fioc o assorbenti – ma quando quest’ultima finisce in mare può creare effetti devastanti, mettendo in pericolo la vita della fauna marina. I nemici del mare sono anche quelli del turismo e, nella maggior parte dei casi, i bagnanti non sono tutelati dai cartelli che dovrebbero rendere noto l’eventuale divieto di balneazione, al fine di tutelare il bagnante e non mettere in pericolo la sua incolumità. Sembrano lontani i tempi in cui il fiume, descritto da Giovanni Pascoli, era «ceruleo» e le sue acque, migrando verso il «lontano mare», non lo avrebbero di certo inquinato.

 

di Giulia Morici
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Roma esulta per i risultati anti-smog, ma Legambiente smorza subito l’entusiasmo
La Capitale non compare tra le 39 peggiori città italiane del 2017, ma nel nuovo anno la situazione è già critica

CRONACA | 30-01-2018

Responsive image

Perché la Roma-Lido è la linea ferroviaria peggiore d’Italia?
Legambiente presenta Pendolaria 2017: ecco i motivi per cui la linea che collega Porta San Paolo a Ostia conquista di nuovo il triste primato

MUNICIPIO CRONACA | 12-12-2017

Responsive image

Aeroporto Fiumicino, Legambiente: «No alla quarta pista»
Durante un blitz avvenuto ieri, l'associazione ambientalista si è opposta con fermezza al nuovo progetto che prevede l'ampliamento dell'aeroporto di Fiumicino

MUNICIPIO CRONACA | 25-05-2017

Responsive image

Prodotti biologici: ci possiamo fidare o no?
Lo scandalo delle certificazioni svelato da Report è solo l’ultimo di una lunga serie ma Legambiente ci spiega di chi fidarsi

CRONACA | 11-10-2016

Responsive image

Responsive image

Legambiente: le spiagge italiane sempre più invase dai rifiuti
I risultati dell'indagine nel rapporto 'Beach Litter': maglia nera a Fiumicino

SCIENZE E TECNOLOGIA | 27-05-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia