Esplosione a New York, Bill De Blasio: 'atto intenzionale'. Rinvenuto secondo ordigno Alla vigilia del summit dei rifugiati a New York, una forte esplosione scuote la città - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

18-09-2016

Esplosione a New York, Bill De Blasio: 'atto intenzionale'. Rinvenuto secondo ordigno

Alla vigilia del summit dei rifugiati a New York, una forte esplosione scuote la città


Responsive image

Alle 20.30 ora locale – 2.30 ora italiana – un’esplosione ha sconvolto l’affollatissimo quartiere di Chelsea, a New York. Un ordigno nascosto in un cassonetto di metallo è deflagrato all’angolo tra la 23esima strada e la Sesta Avenue  provocando, secondo l’ultimo bilancio, 29 feriti dei quali uno in gravissime condizioni. I primi a sentire lo scoppio sono stati dei poliziotti in pattuglia nella zona che hanno dato l’allarme e hanno messo in sicurezza la strada transennandola. Poche ore dopo è stato rinvenuto un secondo ordigno inesploso a pochi metri dal primo. La Joint terrorism task force sta analizzando le telecamere di sorveglianza che circondano il luogo dell’esplosione. Al momento ancora nessuna rivendicazione.

 

Dalle prime indiscrezioni, gli ordigni sono stati realizzati artigianalmente con una pentola a pressione, come quelli fatti esplodere durante la maratona di Boston di due anni fa. Il sindaco Bill De Blasio che ha indetto subito una conferenza stampa, seguito dal capo della polizia appena insediatosi, James O’ Neill, si pronuncia parlando di “atto intenzionale” ma non di attentato terroristico. De Blasio ha anche smentito il collegamento con un’altra esplosione che nel pomeriggio aveva colpito il New Jersey durante la maratona di beneficienza promossa dai Marines, e che si era subito pensato potesse essere il primo tassello di una catena di esplosioni.

 

L’allerta resta alta anche perché l’episodio è avvenuto alla vigilia del summit dei rifugiati che vede riuniti a New York 191 capi di Stato e di governo. Inoltre, non è escluso che ciò che è avvenuto non influenzi anche la campagna elettorale. I due sfidanti si sono già espressi sull’accaduto, chi come Hilary Clinton in modo più cauto, e chi invece come Donald Trump sparando a zero sulle mancanze della presidenza Obama.

di Clara Pellegrino
 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia