Onu, Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze: qual è il posto peggiore dove nascere? Save the Children lancia un rapporto: i matrimoni precoci sono la principale barriera - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

11-10-2016

Onu, Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze: qual è il posto peggiore dove nascere?

Save the Children lancia un rapporto: i matrimoni precoci sono la principale barriera


Responsive image

«Amate l'infanzia; favoritene i giuochi, le gioie, le amabili inclinazioni», scriveva ragionevolmente Jean-Jacques Rousseau; «chi di voi non ha rimpianto talvolta questa età in cui il riso non si spegne mai sulle labbra e l'anima è sempre serena?». Il filosofo ginevrino aveva ragione: le immagini che fioriscono nella mente, qualora si pensi all'infanzia o alla fanciullezza, sono quelle di sentimenti leggeri come la spensieratezza e la serenità. L'infanzia, però, non è solo una bella immagine, bensì un diritto e ciò che è scritto sulla Convenzione Onu, approvata il 20 novembre del 1989, dovrebbe ricordarcelo. Oggi a maggior ragione, poiché si celebra la Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, proclamata dall'Onu.

 

La vita delle minori non è tutta rose e fiori. A dimostrarlo vi sono i dati raccolti dal rapporto lanciato da Save the Children. «Una ragazza minore di 15 anni si sposa ogni sette secondi, oltre un milione di ragazze diventano madri prima di compiere i 15 anni, mentre 70.000 ragazze tra i 15 e i 19 anni perdono la vita ogni anno per cause legate alla gravidanza e al parto», leggiamo nel rapporto intitolato Every Last Girl: Free to live, free to learn, free from harm. Nulla a che vedere, dunque, con l'immagine rosea della fanciullezza. È il dramma delle spose bambine, o quello dei matrimoni precoci, o ancora quello della mortalità materna.

 

C'è un luogo considerato il peggiore dove nascere e vivere nei panni di bambina o di ragazza? Secondo la classifica stilata dal rapporto di Save the Children, questo “inferno” è il Niger, dove le minori hanno maggiore difficoltà ad accedere a servizi e opportunità. Oltre ai matrimoni precoci (la principale barriera), alla mortalità materna, al numero di bambini per madri adolescenti, vi sono altri due criteri utilizzati per stilare la classifica, ovvero quello del completamento della scuola secondaria di primo grado e il numero di donne in Parlamento.

 

L'Italia si è aggiudicata la decima posizione. «Il nostro Paese presenta gli stessi risultati della Svezia prima classificata per quanto riguarda il numero di figli per madri adolescenti (6 su 1.000) e tasso di mortalità materna (4 su 100.000 nascite)», leggiamo sul sito di Save the Children, ma il dato che differenzia l'Italia dalla prima classificata è quello sul numero di donne in Parlamento: «31% contro 44%». Nonostante il 2030 dovrebbe segnare la fine della pratica dei matrimoni precoci, grazie all'impegno assunto dalla comunità internazionale, Save the Children sostiene che, qualora il numero di spose bambine continuasse a crescere secondo i ritmi attuali, «nel 2030 avremo 950 milioni di donne sposate giovanissime e 1,2 miliardi nel 2050». 

di Giulia Morici
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Pasolini e Ostia, un legame indissolubile
Il ricordo dell'intellettuale italiano a 96 anni dalla sua nascita

MUNICIPIO TERRITORIO | 05-03-2018

Responsive image

Save the Children: «Il 48% degli studenti italiani non ha accesso alla mensa»
L’associazione umanitaria ha stilato un rapporto che evidenzia le difficoltà che incontrano gli studenti italiani nell'accedere al servizio mensa. Disparità preoccupanti tra nord e sud

CRONACA | 06-09-2017

Responsive image

Premio alla nascita: come richiederlo e quali sono i requisiti necessari
Il bonus può essere richiesto anche in caso di affidamento o adozione di un minorenne

POLITICA | 03-05-2017

Responsive image

Roma, bonus multe per i vigili: più ne fanno e più guadagnano
Il Comune prepara la riforma dei salari: in arrivo un extra per i vigili

CRONACA | 30-01-2017

Responsive image

Responsive image

Notte al Colosseo: turisti scavalcano il cancello e precipitano
Sono caduti da un’altezza di 4 metri nel mentre dell’ardua impresa

CRONACA | 16-01-2017

Responsive image

Ostia, Monumento Pasolini: dalla Regione i fondi per il ripristino
Il presidente Zingaretti ha mantenuto la promessa

MUNICIPIO CRONACA | 16-11-2016

Responsive image

Invasioni barbariche a Roma: l'elefante di piazza Minerva è solo l'ultimo caso
Dal Colosseo a fontana di Trevi: le vittime dei nuovi barbari

CRONACA | 14-11-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia