Irriducibili Lazio: dopo i manichini impiccati, nuove dichiarazioni Gli Ultras biancocelesti ribadiscono l’intento goliardico dell’impiccagione dei manichini - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

15-05-2017

Irriducibili Lazio: dopo i manichini impiccati, nuove dichiarazioni

Gli Ultras biancocelesti ribadiscono l’intento goliardico dell’impiccagione dei manichini


Responsive image

Roma. L’episodio accaduto dopo il derby vinto dalla Lazio sulla Roma ha generato non poche polemiche in giro per la Capitale. La notte tra il 4 e il 5 maggio, sul ponte di fronte al Colosseo, erano apparsi quattro manichini letteralmente impiccati e uno striscione che recitava: “Un consiglio, senza offesa…dormite con la luce accesa”. Il giorno dopo l’accaduto, Roma si è svegliata nel caos più totale: qual è il significato di questo messaggio? E soprattutto, chi è stato? A uscire allo scoperto sono stati gli Irriducibili della Lazio della curva Nord, i quali in un comunicato stampa hanno  confessato di aver commesso il gesto con intento «goliardico e non minaccioso».

 

Il gruppo di ultras é stato successivamente intervistato da Giulio Golia de “Le Iene”: i tifosi biancocelesti hanno ribadito l’intento scherzoso del gesto assumendosi tutte le responsabilità del caso. È dal 26 maggio 2013, data della vittoria della Coppa Italia della Lazio sulla Roma, che ricorrerebbe il tema dell’incubo: i tifosi romanisti, a detta dei laziali, vivrebbero la sconfitta come un tormento, un’ossessione. In effetti, sempre nell’ultimo derby del 30 aprile, in curva Nord c’era uno striscione che recitava: “Da sempre il vostro incubo peggiore”. Ed è in questa ottica che si dovrebbe leggere anche lo striscione appeso davanti al Colosseo: i romanisti, dopo un’altra sconfitta, dovrebbero dormire con la luce accesa per paura degli incubi. Poi sul tema dei manichini, o meglio delle bambole gonfiabili (come ci tengono a precisare), gli Irriducibili ammettono che è stato un gesto di cattivo gusto, ma che non aveva assolutamente un intento minaccioso per nessun tifoso e nessun calciatore romanista. «È un gesto che deve rientrare nell’ambito dello sfottò e della goliardia calcistica», sottolineano i sostenitori biancocelesti. Gli Irriducibili dovranno comunque difendersi dall’accusa di procurato allarme e minacce da parte della procura di Roma.

 

di Francesco Margiotta

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale
I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a rialzare la testa

SPORT | 13-04-2018

Responsive image

Roma-Lazio: sfida ad alta quota. Sarà il derby delle sorprese?
Di Francesco ha lanciato Gerson, Inzaghi è Luis Alberto-dipendente

SPORT | 06-11-2017


Responsive image

Manichini giallorossi impiccati al Colosseo: gli Irriducibili laziali rivendicano
L'atto 'rientra nei classici sfottò tra rivali calcistici'

CRONACA | 05-05-2017

Responsive image

Responsive image

Coppa Italia: finalmente torna il derby senza barriere
Per Lazio-Roma i divisori delle curve non verranno eliminati definitivamente ma solo abbassati

SPORT | 21-02-2017

Responsive image

4 dicembre altro che referendum: a Roma c'è il derby
Il countdown è iniziato e le premesse per assistere a un derby spettacolare ci sono tutte

SPORT | 29-11-2016

Responsive image

26 maggio 2013, Lazio: mi ritorni in mente
‘Questa finale vale quanto una finale di Champions’ disse Totti nei giorni precedenti alla gara

SPORT | 26-05-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia