Airbag difettosi, Mercedes ritira 400mila auto dal commercio Il portavoce della casa automobilistica tedesca alla BBC rassicura: 'Contatteremo i clienti con le auto a rischio' - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

16-10-2017

Airbag difettosi, Mercedes ritira 400mila auto dal commercio

Il portavoce della casa automobilistica tedesca alla BBC rassicura: 'Contatteremo i clienti con le auto a rischio'


Responsive image

Sono 400mila le automobili Mercedes-Benz dotate di airbag difettosi, non legati allo scandalo degli airbag killer di Takata. La Mercedes-Benz, di proprietà dell'azienda tedesca Daimler, si trova dunque a fronteggiare questo grave disagio ed è stata costretta a ritirare dal commercio una cifra esorbitante di auto vendute in Gran Bretagna tra il luglio del 2011 e il luglio del 2017.

 

I modelli "difettosi" sono la Classe A, B, C ed E, oltre che il Mercedes CLA, GLA e il suv GLC. In un'intervista alla BBC, ha parlato uno dei portavoce della Mercedes-Benz, che ha rassicurato i clienti che hanno acquistato una vettura potenzialmente dannosa. "È possibile che si verifichi una scarica elettrostatica che può disattivare involontariamente l'airbag del conducente", ha dichiarato il portavoce. Stando alle sue dichiarazioni, ha inoltre aggiunto che il problema di apertura dell'airbag non interessa tutti i veicoli e che in caso di accensione dell'apposita spia di segnalazione, è necessario contattare l'assistenza stradale o il rivenditore Mercedes più vicino. Infine, il portavoce tedesco aggiunge che la stessa Mercedes interverrà, contattando direttamente i clienti che hanno acquistato autovetture considerate a rischio. "L'intervento durerà circa un'ora di lavoro e ovviamente sarà gratuito", ha rassicurato il rappresentante del colosso tedesco.

 

Non è la prima volta che la Mercedes-Benz si ritrova a fronteggiare un problema legato agli airbag. Nel maggio dello scorso anno, infatti, ha dovuto ritirare più di 840 mila veicoli dal commercio, poiché dotati di airbag killer di Takata, colosso giapponese che ha costruito oltre 56 milioni di airbag difettosi. In seguito allo scandalo che ha coinvolto numerose case automobilistiche, Takata ha dichiarato la bancarotta e di conseguenza il fallimento.

 

di Francesco Margiotta

 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia