Gli scontri diretti decidono veramente i campionati? 'Sarà un campionato che si deciderà in base agli scontri diretti'. Quante volte abbiamo sentito questa frase, soprattutto in riferimento alla Serie A in corso? - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

03-11-2017

Gli scontri diretti decidono veramente i campionati?

'Sarà un campionato che si deciderà in base agli scontri diretti'. Quante volte abbiamo sentito questa frase, soprattutto in riferimento alla Serie A in corso?


Responsive image

Sarebbe, sicuramente, una novità rispetto agli anni passati, dove i confronti che hanno direttamente coinvolto le pretendenti al titolo sono stati poco utili per la conquista dello scudetto. Il motivo risiede sicuramente nell’asfissiante dominio della Juventus, il cui martellamento contro le medio-piccole ha reso quasi insignificante la sfida scudetto. Ma in altri casi, invece, soprattutto per quanto riguarda il piazzamento in Champions, negli ultimi 10 anni vincere contro le rivali è stato di fondamentale importanza per accaparrarsi un posto nella massima competizione europea. Un monito, dunque, per la Roma e per la Lazio. Se, finora, i bianconcelesti si sono comportati in maniera accettabile, grazie alla vittoria con la Juventus dopo la sconfitta col Napoli, non si può dire lo stesso dei giallorossi, che hanno patito la debacle in casa sia con l’Inter che con il Napoli.

 

QUANDO GLI SCONTRI DIRETTI SI SONO RIVELATI FONDAMENTALI

Ci sono dei casi in cui gli scontri diretti sono stati indispensabili per la conquista degli obiettivi, come illustra un’infografica interattiva pubblicata recentemente da Bwin Scommesse. Uno di questi riguarda proprio la Roma che, allenata da Luciano Spalletti, nel 2007/2008 perse il campionato per 3 punti, derivanti dalla vittoria nerazzurra in casa giallorossa per 4-1. Nel girone di ritorno, poi, fu un gol di Javier Zanetti a salvare la banda di Mancini, che poi avrebbe vinto il tricolore nel bagnato pomeriggio di Parma. Nel 2008/2009, invece, la differenza tra il quarto e il quinto posto la fecero proprio gli scontri diretti: la Fiorentina di Cesare Prandelli si qualificò in Champions a discapito del Genoa per un solo punto. In quell’annata la formazione del grifone era in vantaggio per 3-0 al Ferraris sui Viola, che rimontarono e pareggiarono 3-3. Quel punto fu fondamentale per il preliminare. Clamorosa la bagarre per l’ultimo posto disponibile in Champions sia nel 2010/2011 che nel 2011/2012, quando a spuntarla fu sempre l’Udinese. La prima volta proprio contro la Lazio allenata da Edy Reja, addirittura per gol in trasferta negli scontri diretti: i bianconeri vinsero in casa per 2-1 e persero all’Olimpico, ma la sconfitta (3-2) con due gol in trasferta fu una manna dal cielo, e una delle beffe più grandi per la Lazio.

 

 

Nella stagione successiva, invece, i friulani combatterono con Napoli, ancora Lazio e Inter: non è un caso che i nerazzurri, con meno punti di tutti negli scontri diretti, finirono sesti. L’ultima vera lotta per lo scudetto con scontri diretti decisivi è stata quella del 2011/2012 tra Juventus e Milan. I bianconeri vinsero con 4 punti di vantaggio, conquistati proprio contro i rossoneri: 3 allo Stadium grazie alla doppietta di Marchisio e 1, in trasferta a Milano, nella famosissima partita del gol di Muntari. C’è da dire, però, che dopo quel match furono gli uomini di Allegri, all’epoca allenatore rossonero, a salire addirittura a +4, per poi perdere tanti punti contro le piccole. Dunque, da questo punto di vista, i confronti con i bianconeri non ebbero un’importanza così grande.

 

IL DOMINIO DELLA JUVENTUS

Negli ultimi anni, vincere o meno gli scontri diretti è stato un accessorio per la Juventus, prima di Conte e poi di Allegri. I distacchi, così importanti, hanno attenuato l’indispensabilità di vincere contro la rivale più vicina. Nonostante ciò, ci sono annate, come quella 2013/2014, in cui i bianconeri hanno fatto bottino pieno anche contro i rivali più importanti (6 punti), mentre in altre occasioni lo score non è stato così elevato. Nel 2015/2016, infatti, pur vincendo il campionato di ben 9 lunghezze sul Napoli, gli scontri diretti finirono in assoluta parità (2-1 al San Paolo, 1-0 allo Stadium), mentre nella scorsa annata i 4 punti di vantaggio sulla Roma e i 5 sul Napoli non furono figli di vittorie importanti (1 vittoria e 1 sconfitta con entrambe le compagini). Chissà se, invece, quest’anno la storia cambierà e la vincitrice dello scudetto sarà obbligata a primeggiare anche nelle sfide sui grandi palcoscenici.

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Champions League. Stasera al Camp Nou tutti i riflettori puntati su Messi
Dopo la meraviglia di ieri sera di Ronaldo, l’argentino è chiamato a rispondere contro la Roma

SPORT | 04-04-2018

Responsive image

Roma si prepara alla Formula E-Prix 2018. Raggi: 'Evento che porterà benefici concreti'
La tappa nella Capitale si terrà il 14 aprile 2018

CRONACA | 21-10-2017

Responsive image

Dalla (Serie) A... alla Z: il campionato raccontato in 21 parole
Il punto sull'avvio di stagione

SPORT | 02-10-2017

Responsive image

Finale Champions: dagli sfottò social alle campane, la notte dell’Italia antijuventina
Dagli interisti ai napoletani: una sconfitta che fa gioire

SPORT | 05-06-2017

Responsive image

Responsive image

Italia-Spagna, in Champions è quasi un classico
Quella di Cardiff sarà l’ottava sfida tra le squadre rappresentanti dei due Paesi

SPORT | 15-05-2017

Responsive image

Monaco–Juve. La Signora a corte, nella meravigliosa cornice di Montecarlo
Grande attesa in vista della simifinale di Champions di questa sera

SPORT | 03-05-2017

Responsive image

Napoli-Real Madrid: la Saulino offre sesso orale in caso di vittoria dei partenopei
Dal ‘pompatour’ per il referendum costituzionale alla ‘pompachampions’ il passo è breve

SPORT | 07-03-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia