Da Rigopiano, all'addio di Totti al calcio, al biotestamento: cosa è successo nel 2017 in Italia Un bilancio sull'anno che sta per concludersi - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

22-12-2017

Da Rigopiano, all'addio di Totti al calcio, al biotestamento: cosa è successo nel 2017 in Italia

Un bilancio sull'anno che sta per concludersi


Responsive image

La tragedia di Rigopiano e il dramma dei migranti, ma anche le passioni dello sport e dello spettacolo: l’addio di Francesco Totti al calcio giocato e il bagno di folla per Vasco Rossi al Modena Park. Sono alcuni fra gli eventi che hanno segnato il 2017 in Italia. Un anno ricco di emozioni sta filando via, e ci invita a riflettere sull’Italia che cambia e su quanto di essenziale la cronaca di questo 2017 ci ha lasciato.



Il 18 gennaio 2017, dopo una serie di scosse di terremoto molto intense vicino ad Amatrice, nel Reatino, una valanga ha colpito la località di Rigopiano, nel comune di Farindola, in Abruzzo. La slavina, forse provocata dallo sciame sismico, distaccatasi dalla montagna sovrastante, ha investito l’albergo Rigopiano-Gran Sasso Resort causando ventinove vittime dopo giorni di prigionia sotto la neve. Si tratta di una delle tragedie più gravi causate da valanga avvenuta in Italia. Resteranno nella memoria le immagini dei vigili del fuoco intervenuti sul luogo della tragedia.
Dopo il terremoto ad Amatrice (già colpita il 24 agosto 2016 da un terremoto di magnitudo 6.0 della scala Richter), ecco l’inizio della sua rinascita, con l’apertura, il 13 settembre scorso, della nuova scuola nella frazione di Villa San Cipriano, e l’inaugurazione il 26 settembre del palazzetto dello sport di Amatrice alla presenza del presidente del Coni Giovanni Malagò.



Dalle avversità della natura alla follia dell’essere umano. A maggio 2017 in Italia si inizia a parlare del gioco della morte Blue Whale Challenge, che ha rischiato di diventare una minaccia per tutti i bambini e gli adolescenti. Il macabro gioco consiste nel seguire le indicazioni del tutor (tra cui tagli sulle braccia, visione notturna di filmati con omicidi e suicidi di ogni genere), una per ogni giorno, fino ad arrivare al giorno numero 50 con l’azione finale dell’ultima prova: il suicidio, che deve avvenire gettandosi dal palazzo più alto della propria città, e deve essere documentato con un video sul telefonino che servirà ad alimentare altra folle violenza. Molto diffuso in Russia, il Blue Whale ha fatto tanto scalpore in Italia per via di un servizio andato in onda su Italia 1 nel programma televisivo “Le Iene”. Nel servizio, però, non erano state fatte le necessarie verifiche sui filmati che mostrano ragazzi togliersi la vita: i video non erano in realtà associati al “gioco” del suicidio. Fino a oggi in Italia non esistono prove che legano casi di suicidio al Blue Whale, ma nel mese di maggio 2017 se ne è parlato tanto, appunto, per la confusione generata dal programma televisivo di Italia 1.


Ma il 2017 in Italia è stato anche l’anno della passione dello sport, con l’addio di Francesco Totti al calcio giocato. Un addio struggente agli scarpini, con la maglia della Roma: è stata questa la cerimonia che dopo Roma-Genoa (3-2) dello scorso 28 maggio ha contraddistinto l’ultima giornata dell’ultimo campionato e l’ultima partita di Totti.
Impossibile poi dimenticare la marea di mani innalzate al cielo per Vasco Rossi al Modena Park. Il cantautore emiliano ha infatti tenuto un concerto a Modena il 1° luglio per celebrare con i suoi fan i suoi 40 anni di carriera. L’evento, ospitato al Parco Enzo Ferrari, ha battuto il primato mondiale del concerto con il più alto numero di spettatori paganti.



Altro tema di questo 2017 il dramma dei migranti. Significative le immagini di Papa Francesco che il 1° ottobre stringe la mano di un profugo nel centro di accoglienza di Bologna, ma anche quelle più crude degli immigrati sgomberati e i violenti scontri di piazza Indipendenza a Roma il 25 agosto: i migranti, accampati sulle aiuole della piazza, erano in protesta contro il Comune dopo essere stati costretti ad abbandonare uno stabile occupato (l’edificio ex Ispra in via Curtatone).



Il 2017 in Italia è stato anche l’anno dell’incubo Norbert Feher, meglio conosciuto come “Igor il Russo”, pluripregiudicato e autore della rapina sfociata in omicidio il 1° aprile scorso in un bar di Riccardina di Budrio, in provincia di Bologna. Il bandito serbo, dopo aver seminato morte nelle campagne del Ferrarese uccidendo tre persone, è scappato in Spagna. Per mesi si è nascosto nella zona di Saragozza e alla fine, dopo aver ucciso altre tre persone, è stato arrestato dalla polizia spagnola il 15 dicembre 2017.


Anche per la politica il 2017 è stato un anno importante in Italia. Il 26 e 27 maggio 2017 si è tenuto il vertice del G7 al Palacongressi di Taormina, in Sicilia. La riunione è stata guidata dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Quest’anno ben quattro dei sette leader (Gentiloni per l’Italia, Theresa May per il Regno Unito, Donald Trump per gli Stati Uniti d’America ed Emmanuel Macron per la Francia) hanno partecipato al vertice per la prima volta. Clima, migranti e lotta al terrorismo tra i temi centrali discussi.
Dal 26 ottobre l’Italia ha una nuova legge elettorale, il cosiddetto Rosatellum bis,o semplicemente Rosatellum. E dal 14 dicembre ha una legge sul biotestamento, ovvero le “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”. La legge, che regola il fine vita, rappresenta una rivoluzione etica e legale per la storia dell’Italia.



Questi sono solo alcuni degli eventi che hanno segnato il 2017 in ltalia. Eventi che hanno fatto emozionare, commuovere, riflettere, sperare in un cambiamento. Alcuni sono stati causa di dolore e sofferenza per coloro che li hanno vissuti direttamente, ma di certo non hanno lasciato insensibili chi li ha vissuti “da lontano”. Hanno creato anzi un legame di profonda solidarietà, misto alla voglia di un rinnovato desiderio di apprezzare anche le più piccole gioie che il nuovo anno ci riserverà.

di Andrea della Ventura

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Giro d’Italia, lotta a tre nell’ultima tappa
La corsa rosa, alla centesima edizione, si deciderà domenica 28 maggio

SPORT | 25-05-2017

Responsive image


POLITICA

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato

Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image