Roma saluta Spelacchio. Ode all’abete rosso più chiacchierato di sempre Giovedì l’albero di Natale che ha ornato piazza Venezia verrà rimosso - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

09-01-2018

Roma saluta Spelacchio. Ode all’abete rosso più chiacchierato di sempre

Giovedì l’albero di Natale che ha ornato piazza Venezia verrà rimosso


Responsive image

In una giornata uggiosa e chiassosa come tante, Roma si prepara a dire addio a Spelacchio. L’albero di Natale che ha diviso e fatto discutere l’intero globo, come tutti i più grandi che in vita non hanno goduto di buona sorte, si immolerà per una giusta causa: la sua gracile struttura e i suoi fini rami serviranno per costruire gadget ricordo e una “baby little home”. Lo riporta il sito istituzionale di Roma Capitale, dove la sindaca Virginia Raggi si è espressa lodando il lavoro fatto dall’ignaro abete: «Con il passare dei giorni ‘Spelacchio’ si è conquistato la simpatia e l’affetto della stragrande maggioranza delle persone. Ora avrà una nuova vita. Vogliamo fare di questa star internazionale un esempio concreto di riuso creativo, perché tutto può tornare a nuova vita. Un modo concreto per dimostrare al mondo che Roma vuole essere sostenibile e persegue con convinzione la strada del riuso, riciclo e recupero di materia».

 

Il paladino dei brutti, dei diversi, dei rinnegati ha ottenuto la propria rivalsa su coloro che lo hanno denigrato in questi due, lunghissimi, mesi. È stato catalogato come l’ennesimo disastro targato M5s, è stato dato per morto, è stato oggetto di paragoni indecorosi e oltraggiosi con il più imponente e pomposo “cugino” posizionato a Milano. Nonostante questo, Spelacchio è riuscito a guadagnarsi l’attenzione della stampa internazionale e l’affetto di coloro che hanno seguito le sue fantozziane disavventure. Posizionato davanti l’Altare della Patria, si è eretto in tutta la sua magrezza di fronte la tomba del Milite Ignoto. Lui, che ignoto lo è stato solo per pochi istanti, si è fatto riconoscere per integrità e onestà mostrandosi così com’era: spelacchiato. In quanto a forza e audacia, invece, ne ha avute a volontà combattendo i suoi detrattori con la forza della normalità, disobbedendo a quei canoni stereotipati a cui ogni abete rosso ambisce.

 

Così Spelacchio si accinge a compiere gli ultimi passi che lo condurranno verso la beatificazione, trasformandosi in una casetta che ospiterà le mamme con i loro bambini. La sua storia verrà tramandata nei secoli e, quello che all’inizio appariva solo come l’ennesimo sberleffo rifilato a una decadente Roma, diventerà una leggenda.

di Clara Pellegrino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image


POLITICA

Responsive image

ESTERI

Responsive image

Melbourne: Suv sulla folla

La polizia: 'Atto deliberato'. Due arresti

CULTURA

Responsive image

L'età del caos. Viaggio nell'America di Donald Trump

Dal 29 al 30 gennaio uno spettacolo di giornalismo al teatro Vittoria di Roma



SALUTE

Responsive image

In Italia primo caso al mondo di tumore allo stomaco asportato con endoscopia

La paziente è stata in grado di lasciare l'ospedale tre giorni dopo l'intervento

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Roma, Google Street View ci paparazza nelle stazioni metro

Dal 14 al 21 novembre tutti in posa in 11 stazioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Mondiali 2018. Come sarebbe andata con la nostra formazione?

Italia-Svezia: tridente ElSha-Immobile-Insigne

MUNICIPIO DEL MARE

Messo in sicurezza dai residenti la struttura che collega via Carlo Bonucci a via Antonio Taramelli


Responsive image