Di Maio o Salvini? questo Premier “non s’ha da fare” Lega e Movimento: sorgono contrasti ma ancora nessun governo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

29-03-2018

Di Maio o Salvini? questo Premier “non s’ha da fare”

Lega e Movimento: sorgono contrasti ma ancora nessun governo


Responsive image

Il panorama istituzionale delineato dalle elezioni politiche italiane 2018 comincia a prendere forma: il processo di formazione del nuovo esecutivo si è ormai avviato, ma nonostante l’atteggiamento propositivo e aperto dichiarato dai partiti di maggioranza, anche questa volta è la fiamma del botta e risposta ad ardere per prima. Matteo Salvini (Lega) e Luigi Di Maio (M5s) sono, infatti, alle prese proprio in queste ore con la battaglia forse più importante di tutta la loro carriera politica: la battaglia per la premiership.

 

Occorre tenere ben a mente che è il Presidente della Repubblica, a seguito della fase di consultazione con i Capi Gruppo di Camera e Senato, ad avere il compito di individuare il potenziale Presidente del Consiglio che possa ottenere la fiducia dalla maggioranza del Parlamento. Tuttavia, secondo i risultati delle ultime elezioni, nessun partito ha la possibilità di formare un governo di maggioranza in piena autonomia – Il Movimento 5 Stelle è il primo partito con il 32% dei voti circa, il Centro Destra è l prima coalizione con il 37%, mentre la Lega è il primo partito della coalizione con il 17% dei voti circa –. Ecco dunque che si manifesta la necessità di creare un governo di larga intesa, che si fondi su un accordo tra le due forze politiche uscite vincitrici dalle elezioni: Lega e M5s. Purtroppo però, il progetto di appianamento nelle divergenze ideologiche tra i due partiti sembra stare incontrando ben più di un ostacolo per via della scomoda circostanza per cui il Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana è e deve essere uno solo.Il Movimento, e in particolare il suo leader, Luigi Di Maio, non hanno intenzione di cedere terreno alla Lega su questo aspetto: Di Maio Premier sarebbe infatti l’unica soluzione che si può considerare in linea con la volontà popolare. “Il premier deve essere espressione della volontà popolare. Il 17% degli italiani ha votato Salvini Premier, il 14 Tajani, il 4 Meloni. Oltre il 32% ha votato il M5S e il sottoscritto come premier. Non mi impunto per una questione personale, è una questione di credibilità della democrazia. È la volontà popolare quella che conta. Farò di tutto affinché venga soddisfatta. Se qualche leader politico vuole tornare al passato creando governi istituzionali, tecnici, di scopo o peggio ancora dei perdenti, lo dica subito davanti al popolo italiano”. Ha detto Di Maio (Ansa).

 

D’altro canto, le parole di Salvini sembrano lasciar trapelare un certo timido ottimismo, “con il M5s c’è un dialogo”, dunque fondare un governo insieme sembrerebbe possibile. Tuttavia, il leader della Lega avverte: “o parte un governo o si va subito al voto. Non ci sto a tirare a campare.” Dunque, se un percorso di collaborazione è possibile, secondo Salvini va intrapreso il prima possibile. Resta tuttavia l’annosa questione della premiership: anche il leader della Lega infatti non vuole darla vinta ai 5 Stelle. “Oggi ci siamo scritti e vedrò Di Maio prima delle consultazioni ma dire 'io io io' non è il miglior modo di dialogare. Gli servono 90 voti. Da solo dove va?” […] “Non farò il ministro di Di Maio” ( Ansa). In definitiva, il prossimo governo potrebbe venire alla luce soltanto nel nome di un importante compromesso che ci si augura possa garantirne la stabilità per la durata della prossima legislatura; tuttavia è bene tenere presente che anche l’ipotesi di un ritorno alle urne non è da escludere.

 

di Livia Larussa

 

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

Cura del viso: tutti sui sieri

SALUTE | 23-03-2021

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato
Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del Covid-19

CULTURA | 02-10-2020


Responsive image





CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia