Professori vittime dei bulli. Maria Rita Parsi: 'Serve un nuovo modo di concepire l'istruzione' La nuova frontiera del bullismo: minacce e violenza sui professori - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

20-04-2018

Professori vittime dei bulli. Maria Rita Parsi: 'Serve un nuovo modo di concepire l'istruzione'

La nuova frontiera del bullismo: minacce e violenza sui professori


Responsive image

L’esistenza del fenomeno del bullismo all’interno delle scuole è cosa da sempre tristemente nota a noi tutti. Fin dall’infanzia, a ogni bambino viene insegnato che i bulli esistono e che non c’è vergogna nel chiedere un aiuto per riuscire a difendersi dai loro dispetti e dalla loro violenza. Per prima cosa, quando si viene presi di mira, il consiglio è sempre quello di rivolgersi ai professori o ai maestri per ottenere aiuto, in quanto figure autorevoli tra le mura degli istituti scolastici. Se tutto ciò è, come detto, noto a tutti noi, negli ultimi giorni il bullismo si sta affacciando sulla nostra realtà sotto nuove e — se possibile — ancora più inquietanti spoglie. Non cambiano i carnefici ma cambiano le vittime: non più soltanto bambini, non più solo i compagni di scuola o di classe, ma addirittura gli stessi professori

 

Dall’inizio del 2018 i casi di violenza verbale e addirittura fisica perpetrati da studenti nei confronti dei loro stessi professori sembra stiano moltiplicando progressivamente. Sui social e in rete i video che riprendono questi soprusi vengono caricati dagli stessi aguzzini ed esibiti con fierezza, come fossero gloriose conquiste, facendo sì che il fenomeno si diffonda e che la violenza continui ad autoalimentarsi. L’ultimo caso ad aver fatto scalpore si è verificato in un liceo di Lucca, dove uno studente ha umiliato il professore che lo aveva interrogato costringendolo a dargli la sufficienza. Ma non si è fatto in tempo a confrontarsi con quest’ultimo preoccupante episodio di bullismo che l’allarme già ricomincia: siamo a Velletri e uno studente di un istituto tecnico viene ripreso mentre minaccia la sua insegnante di scioglierla nell’acido. A ben vedere, l’episodio in questione è avvenuto un anno fa, ma sull’onda della diffusione di questi eventi soltanto in questi giorni il video è divenuto virale, stimolando un intervento delle autorità giudiziarie. 

 

Davanti a questo scenario, si sente la necessità di correre ai ripari, nel tentativo di arginare questa violenza cieca; così la ministra dell’istruzione Valeria Fedeli chiede di non minimizzare la situazione e di escludere i ragazzi dagli scrutini nei casi più gravi di bullismo. Mentre la famosa scrittrice e psicologa Maria Rita Parsi in un recente comunicato punta sulla necessità di fare scuola in maniera nuova e diversa: «Purtroppo questa è la cartina di tornasole di quale autorità, anzi autorevolezza, hanno presso questi ragazzi i professori e i genitori. I comportamenti di questo genere derivano da quello che questi ragazzi hanno assimilato, altrimenti non ci sarebbero», afferma la studiosa, e continua: «L'istruzione non è solo trasmettere delle nozioni. I giovani hanno bisogno di capire che la scuola è un centro culturale polivalente biblioteca, aperto dalla mattina alla sera dove possono fare, non solo apprendimento e formazione, ma avere laboratori, ricevere un'educazione secondo criteri che possono essere della traduzione culturale cattolica o ebraica o islamica. Un luogo dove possono vedere film, presentazioni di film, fare teatro o essere assistiti psicologicamente. La scuola deve essere un patrimonio, non un luogo dove andare a prendere voti»

 

di Livia Larussa

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Bullismo, violenza e social media: relazione pericolosa o percezione alterata?
Atti di violenza tra assenza di limiti, carenze educative e tecnologie

CRONACA | 21-04-2018

Responsive image


POLITICA

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato

Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image