'Il reddito di cittadinanza rende più poveri e nega la dignità umana', parola di premio Nobel L'economista Muhammad Yunus critica la soluzione alla povertà del M5s - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

15-05-2018

'Il reddito di cittadinanza rende più poveri e nega la dignità umana', parola di premio Nobel

L'economista Muhammad Yunus critica la soluzione alla povertà del M5s


Responsive image

L'economista bengalese Muhammad Yunus, in un'intervista rilasciata al quotidiano La Stampa, ha criticato aspramente il reddito di cittadinanza, uno dei punti forti del programma pentastellato. «Il reddito di cittadinanza rende più poveri, non è utile a chi è povero e a nessun altro, è una tipica idea di assistenzialismo occidentale e nega la dignità umana», ha affermato Yunus, che poi sempre a riguardo ha aggiunto «è la negazione dell’essere umano, della sua funzionalità, della vitalità, del potere creativo. L’uomo è chiamato a esplorare, a cercare opportunità, sono queste le cose che vanno create, non i salari sganciati dalla produzione, che per definizione fanno dell’uomo un essere   improduttivo, un povero vero».

 

Il principale difetto del reddito di cittadinanza sarebbe, quindi, l'effetto di omologare le persone, rendendole meno propense verso iniziative personali, senza realmente aiutare una fascia di popolazione con maggiori difficoltà. Proprio il reddito di cittadinanza è oggetto di dibattito in questi giorni durante le discussioni tra M5S e Lega Nord per la formazione del nuovo governo. Parlando invece dell'Europa, Muhammad Yunus ha aggiunto: «Mi piace la consapevolezza che c'è qui per la sicurezza dei cittadini, e mi piace il fatto che la società si senta responsabile per quelli che sono tagliati fuori, anche se poi non sempre riesce a includerli. Mi piace la preoccupazione per i diritti umani, per il ruolo della legge e soprattutto per la costruzione di leggi, per il percorso che porta a formarle. Sono cose che a noi dell’Est mancano».

 

Muhammad Yunus ha vinto il premio Nobel nel 2006 per aver fondato la Grameen Bank, di cui è stato direttore dal 1983 al 2001, un istituto specializzato nel microcredito che si occupa di rilasciare piccoli prestiti erogati agli individui che non si possono permettere i prestiti dalle normali banche. La Grameen Bank si tratta della prima “banca dei poveri”, e attualmente ha 1084 filiali tra Bangladesh e India. L'economista sarà a Torino giovedì sera al grattacielo Intesa San Paolo dove inizierà una serie di convegni che lo vedranno protagonista anche a Milano e Roma.

 

di Francesco Scaglia

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Contratto di governo: 3 punti fondamentali intorno ai quali verte il programma
Reddito di cittadinanza, pensioni e immigrazione: i temi più caldi del programma

POLITICA | 17-05-2018

Responsive image

Referendum Svizzera, Anita Fetz: resterete senza lavoro a causa di digitalizzazione e industrializzazione
Reddito di cittadinanza, gli svizzeri dicono 'no grazie', classe politica quasi compatta per il no

ESTERI | 05-06-2016

Responsive image


CRONACA

Responsive image

Racconto di una bella avventura che termina tra ricordi e riflessioni

Due anni di Pontilenews, di mare, di Ostia, di giornalismo

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image